COMUNICATO STAMPA

UCCISE 5 CANI:
TRIBUNALE DI MODENA LO CONDANNA A DUE MESI DI RECLUSIONE.

LAV: DIFFONDERE LA CULTURA DEL RISPETTO DEGLI ANIMALI E MAGGIORI CONTROLLI PER PREVENIRE SIMILI REATI

Il Tribunale di Modena ha condannato ieri a due mesi di reclusione e su denuncia della LAV assistita dall’Avv. Elisa Vaccari, l’uomo che nel 2006 aveva ucciso 5 cani.
Il reato di uccisione di animale (544 bis del C.P.), che è solo uno dei capi di accusa per cui l’imputato è stato processato, è venuto alla luce nel Gennaio del 2008, quando le Guardie Ecologiche Volontarie, scoprirono una struttura fatiscente contenente le carcasse di 5 cani.
Le conseguenti indagini rivelarono che l’imputato, trasferitosi ormai in un’altra città, aveva gestito per anni un allevamento abusivo di cani, all’interno di strutture anch’esse abusive e in pessime condizioni.
La LAV non appena appresa la notizia del macabro ritrovamento, aveva nominato un avvocato per seguire questo delicato caso, conclusosi con una condanna per la morte dei cani, ma anche per la violazione della normativa inerente lo smaltimento dei rifiuti pericolosi.

“La condanna che è stata pronunciata ieri è estremamente importante per ribadire che tutti gli esseri viventi hanno dei diritti. Primo tra tutti il diritto a vivere, e a vivere un’esistenza dignitosa – dichiara Daniela Cavazzuti – Responsabile LAV di Modena – anche se due mesi di reclusione, per riassumere la morte di 5 cani e le precedenti condizioni di detenzione può sembrare un risultato minimo. Ringraziamo l’Avv. Elisa Vaccari per il suo preziosissimo aiuto e speriamo che questo episodio serva a ricordare a tutti quanto ogni vita sia importante”.

Ufficio Stampa LAV Modena – 320/4795021

17 Feb
2010

Festa in maschera LAV

Cari amici,
siamo lieti ad invitarvi alla prima festa in maschera della LAV Sede territoriale di Modena.
L’evento si svolgerà presso il ristorante “L’ ALBERO” a Maranello (nel volantino allegato tutte le informazioni relative).
Vi aspettiamo numerosi per festeggiare insieme il Carnevale!
Aiutateci a diffondere la locandina in modo da fare una festa davvero ANIMAta!

17 Feb
2010

PRESENTAZIONE DEL LIBRO “GATTO ERGO SUM”

Gent.mi amici,
vi invitiamo alla PRESENTAZIONE DEL LIBRO “GATTO ERGO SUM” della Dott.ssa Federica Sgarbi, VENERDI 19 FEBBRAIO presso la LIBRERIA LA FELTRINELLI in Via Cesare Battisti a Modena.
Sarà un momento importante per conoscere l’autrice, che, oltre a una laurea in Filosofia e Psicologia, ha sviluppato un’ intensa passione per l’etica di Kant che l’ha condotta all’approfondimento della riflessione morale nelle sue tinte animaliste e ambientaliste.
In quest’ occasione la nostra Associazione cercherà ancora una volta di coinvolgere i cittadini sul tema delle colonie feline e dell’intenso lavoro che viene fatto per il sostentamento dei gatti della nostra città.
Vi aspettiamo numerosi e vi invitiamo a diffondere la locandina allegata.

10 Nov
2009

Concerto di beneficenza

Cari amici,
siamo lieti di invitarvi al concerto che il gruppo QUANTAS ha organizzato per MERCOLEDI 25 NOVEMBRE presso il “Ristopub “Queen Brasserie” di Castelnuovo Rangone (Mo), decidendo di devolvere parte dell’incasso alla ns. Associazione.
Come sempre vi chiediamo di aiutarci a diffondere la locandina!
Vi aspettiamo numerosi!.

In allegato il volantino che vi invitiamo a diffondere!

Quantas

10 Nov
2009

NUOVA ORDINANZA DEL MINISTERO

NUOVA ORDINANZA CONTINGIBILE ED URGENTE CONCERNENTE LA TUTELA DELL’INCOLUMITÀ PUBBLICA DALL’AGGRESSIONE DEI CANI

Care/i tutte/i,

il 3 marzo u.s. è stata presentata la nuova Ordinanza del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali presentata dal Sottosegretario Francesca Martini per limitare i rischi di aggressione, in vigore dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale nel prossimo mese di aprile.

Abolita l’inutile e dannosa “lista nera” delle razze considerate pericolose e attribuito particolare rilievo alla prevenzione degli incidenti anche in ambito domestico attraverso l’istituzione di percorsi formativi per chi vive con un cane organizzati anche con la partecipazione delle associazioni animaliste e attraverso il coinvolgimento di medici veterinari esperti in comportamento animale in caso di rilevazione di rischio potenziale elevato da parte dei Servizi Veterinari pubblici.

Previste anche importanti misura a tutela del benessere degli animali come la presa d’atto citata in premessa secondo cui l’utilizzo di collari elettrici configura il reato di maltrattamento, chiarendo inequivocabilmente anche per gli organi di controllo come l’uso di questi dispositivi sia un reato. E non solo, l’Ordinanza precisa infatti che gli interventi chirurgici destinati a modificare la morfologia di un cane o non finalizzati a scopi curativi sono vietati. Quelli effettuati in violazione a tale divieto, chiarisce il provvedimento normativo, sono da considerarsi maltrattamento animale ai sensi dell’articolo 544 ter del codice penale.

In allegato troverete il testo dell’Ordinanza e due schede una della quali ne esplicita il contenuto e l’altra chiarisce i compiti e le responsabilità dei soggetti interessati dal provvedimento.

Ulteriori approfondimenti li potete trovare qui:

www.ministerosalute.it

Testo Ordinanza del Ministero

Ordinanza – Delucidazioni

Ordinanza – Compiti e responsabilità