3 lug
2016

3 luglio 2016 – Palio degli Asini di Montecreto: basta “spettacoli” diseducativi e obsoleti che sfruttano gli animali.

Comunicato stampa LAV Modena 3 luglio 2016

PALIO DEGLI ASINI DI MONTECRETO (MO). BASTA CON QUESTI “SPETTACOLI” DISEDUCATIVI E OBSOLETI. SIAMO NEL 2016 E I PIÙ DEBOLI NON DEVONO ESSERE SFRUTTATI PER IL NOSTRO DIVERTIMENTO.

La LAV di Modena protesta per il Palio degli Asini di Montecreto di domenica 3 luglio, una delle tante manifestazioni che in Italia vedono il coinvolgimento di Asini e altri animali per il discutibile divertimento di persone ignare.
Non tutti sanno infatti che gli Asini non sono per loro natura inclini alla corsa. Le condizioni di gara non sono conciliabili con le esigenze e le caratteristiche etologiche peculiari degli Asini, che sono animali per loro natura miti, mansueti, che corrono solo quando fortemente spaventati. Proprio per questo sono i più sottoposti ad atti coercitivi durante tali eventi.

La società si sta evolvendo e dimostra sempre più rispetto nei confronti degli animali; sarebbe quindi auspicabicabile vedere molte più feste organizzate senza il loro sfruttamento. Portiamo ad esempio il caso del Palio di Lodi, molto seguito e «l’unico palio al mondo dove i cavalli non si azzoppano», come si autodefinisce, poiché nato espressamente senza cavalli vivi ma meccanici.

La festa di Montecreto non è una celebrazione di tradizioni e cultura, come invece ama definirsi, ma celebra piuttosto lo sfruttamento e brutalizzazione di animali: questo non è fare cultura. Anzi è profondamente diseducativo anche per i più piccoli, che da questi esempi apprendono soltanto che gli animali sono strumenti per il proprio divertimento, anziché esseri senzienti per cui provare empatia.
Già alcuni paesi, che proponevano Palii in passato, hanno rinunciato alle tradizionali corse di cavalli o di asini sostituendole con gare di abilità o di velocità, disputate dalla popolazione, anche con il coinvolgimento dei bambini. Manifestazioni che hanno un grandissimo successo, molto seguite da un pubblico sempre più numeroso, a dimostrazione che non servono gli animali per attrarre i turisti e rendere accattivante un pomeriggio di festa.
Aspettiamo fiduciosi il giorno in cui Montecreto si dimostrerà al passo coi tempi e sensibile, rinunciando a tale usanza e convertendo il proprio Palio in una manifestazione senza animali. Questo sì che sarebbe un buon esempio per le generazioni future.

7 giu
2016
Posted in: Campagne Lav
By    No Comments

Nuova campagna LAV “Questa è una vecchia amicizia”

COMUNICATO STAMPA LAV

L’ADOZIONE DI UN CANE O GATTO ADULTO FA BENE TRE VOLTE: ALLA PERSONA CHE ACCOGLIERA’ IL QUATTRO ZAMPE, ALL’ANIMALE ADOTTATO E ANCHE ALLA SOCIETA’!

LA LAV E I SINDACATI DEI PENSIONATI DI CGIL, CISL e UIL PRESENTANO LA CAMPAGNA “QUESTA E’ UNA VECCHIA AMICIZIA”

 image009

Per cercare di arginare il randagismo e incentivare le adozioni di cani e gatti adulti, per la prima volta insieme, la LAV e i Sindacati dei Pensionati di CGIL, CISL e UIL oggi hanno presentato la nuova campagna di sensibilizzazione che hanno siglato.

 

“Questa è una vecchia amicizia” è un’iniziativa inedita, volta a promuovere le adozioni dei tanti animali adulti che affollano i canili e i gattili di tutta Italia, per i quali la possibilità di essere accolti in famiglia è spesso remota.

 

Una iniziativa tre volte virtuosa perché, oltre a dare una nuova casa a tanti animali, farà bene a chi adotta e anche alla società, contribuendo ad alleggerire i costi pubblici del

 

randagismo.

 

La campagna intende sensibilizzare la collettività ad adottare un animale adulto, con il quale convivere è semplice perché generalmente un cane o gatto di età matura:

  • ha già imparato le regole della convivenza domestica
  • è meno vivace di un cucciolo
  • se ha  già conosciuto l’abbandono o la vita in un canile/gattile, saprà apprezzare ogni gesto di accoglienza e d’amicizia!

 

Alla conferenza stampa hanno partecipato anche il cane Drugo (9 anni), felicemente adottato, e Stella che invece è in cerca di una famiglia  e di una vera storia di amicizia e di affetto! Con loro, a illustrare la campagna: Sergio Perino (segretario nazionale SPI CGIL), Gigi Bonfanti (segretario generale FNP CISL), Romano Bellissima (segretario generale UIL Pensionati), Gianluca Felicetti (presidente LAV), Ilaria Innocenti (responsabile LAV Animali familiari), Federica Faiella (responsabile LAV Adozioni).

 

image011

Secondo la LAV: “Adottare un cane o un gatto migliora la vita ovviamente dell’animale, della persona che lo accoglie e aiuta la società a fronteggiare il costoso fenomeno del randagismo; si pensi, infatti, che per ogni cane in canile i Comuni spendono circa 1.000 euro l’anno. Sono migliaia in Italia i cani e i gatti attualmente detenuti presso canili e gattili, quasi sempre sono adulti e nella maggior parte dei casi una volta entrati in una struttura, ci trascorreranno il resto della loro vita. A loro spesso vengono preferiti i cuccioli, che si crede essere più gestibili, ma al contrario gli animali adulti imparano velocemente, sono adattabili e meno impegnativi dei cuccioli. Un animale adulto può essere più semplice da gestire. La LAV può offrire la sua vasta esperienza e supportare coloro che desiderano accogliere in casa un  quattro zampe, attraverso l’assistenza di un educatore cinofilo e favorendo l’inserimento in famiglia di uno dei tanti cani e gatti in cerca di casa, che puoi conoscere nella sezione Adozioni del sito internet della LAV (http://www.lav.it/cosa-facciamo/adozioni). Molti studi hanno dimostrato i tanti benefici che la compagnia di un animale apporta al benessere fisico e psicologico di una persona: vivere con cani e gatti allevia la solitudine, scandisce le giornate, impone ritmi e impegni. Ciò è particolarmente importante nel caso di persone anziane, per migliorare la qualità relazionale della loro vita. Questa campagna ha dunque anche una valenza sociale perché le adozioni fatte in modo consapevole e responsabile, possono contribuire in modo concreto a contrastare e ridurre il fenomeno del randagismo e i suoi costi per i contribuenti”.

 

Dichiarazione di Sergio Perino, Segretario nazionale Spi-Cgil:

“Avere in casa un cane o un gatto può essere di grande aiuto per gli anziani e i pensionati che molto spesso vivono in condizioni di profonda difficoltà e di solitudine. Perché è scientificamente provato che prendersi cura di un animale migliora il benessere fisico e psicologico di una persona. E’ per questo che abbiamo deciso di sostenere con convinzione la campagna promossa dalla LAV sull’adozione di cani e gatti adulti”.

 

Dichiarazione di Romano Bellissima, Segretario generale Uilp Uil:

“Abbiamo deciso di aderire e sostenere questa campagna perché la riteniamo giusta e utile. Sicuramente, ricevere e ricambiare l’affetto e le attenzioni di un cane o di un gatto può migliorare la vita di tante persone anziane, soprattutto di quelle che vivono sole. Adottare un animale che avrebbe ben poche speranze di una vita serena e prendersene cura, può aiutare una persona anziana ad avere maggiore cura di se stessa e migliori relazioni sociali”.

 

Dichiarazione di Patrizia Volponi, Segretario nazionale FNP Cisl:

“Ogni età della vita è ricca di incontri, così quando un uomo o una donna incrociano lo sguardo di un cane o di un gatto adulti può scoccare una scintilla che arricchirà di luce il cammino di entrambi. Sarà più sereno il percorso che faranno insieme e nessuno dei due sarà più solo. Avere la compagnia e l’amicizia di un amico ‘pelosetto’ ci aiuterà a sconfiggere la solitudine e ci farà ritrovare la gioia della condivisione. Sono questi i motivi che hanno spinto la Federazione Nazionale della Cisl Pensionati a condividere e sostenere la Campagna della LAV ‘Adotta un cane o un gatto adulto’ perché attraverso un gesto d’amore si possa attraversare il tempo con la leggerezza di un cuore sempre ‘giovane’ che sa dare e ricevere un affetto profondo.”

Il randagismo è ancora sensibilmente diffuso nel nostro Paese: le stime indicano in circa 80.000 i gatti e 50.000 i cani vittime di questo fenomeno, con alte probabilità di morire in incidenti, di stenti o a causa di maltrattamenti.

Circa 130.000 i quattro zampe nei canili italiani, che rischiano di trascorrere tutta la vita “da reclusi”: l’adozione di un cane o gatto, anche adulto, può finalmente regalare a questi animali il calore e la serenità di una famiglia e di una casa sicura.

 

La campagna “Questa è una vecchia amicizia”, voluta da LAV e dai Sindacati dei Pensionati di CGIL, CISL e UIL, può dunque essere uno strumento utile nell’ambito delle indispensabili politiche di prevenzione del randagismo e per garantire una migliore convivenza.

 

Per informazioni:

Ufficio Stampa SPI CGIL: Lorenzo Rossi Doria lorenzo.rossidoria@spi.cgil.it

Ufficio Stampa FNP CISL: Anna Taverniti – tel.06 44881507 – 3316418718 a.taverniti@fnp.cisl.it

Ufficio Stampa UILP UIL: Maria Grazia Biscotti – tel. 0685259227 stampa@uilpensionati.it

Ufficio Stampa LAV: tel. 064461325 – 3391742586 ufficiostampa@lav.itpress@lav.itstampa@lav.it

7 giu
2016

RIUNIONE MENSILE GIUGNO 2016

Cari amici,

MARTEDÌ 14 GIUGNO si terrà la nostra riunione mensile.

Vi invitiamo a partecipare numerosi in sede LAV Modena alle ore 21.00!

Grazie,

Sede LAV Modena

Presentazione libro sul traffico di cuccioli – 20 maggio

Appuntamento da non perdere!

Venerdì 20 maggio 2016 ore 21.00

insieme al Centro Soccorso Animali di Modena vi aspettiamo alla presentazione del libro “La Fabbrica dei Cuccioli” per denunciare un business illegale e favorire le adozioni di animali presso i rifugi.
Fermiamo il traffico internazionale: l’amore non si compra!

Sala Conferenze Palazzina Pucci
Largo Pucci, 40 – Modena

Vi aspettiamo!

 

fabbrica modena locandina copia

29 apr
2016

RIUNIONE MENSILE MAGGIO 2016

Cari amici,

MARTEDÌ 3 MAGGIO si terrà la nostra riunione mensile.

Vi invitiamo a partecipare numerosi in sede LAV Modena alle ore 21.00 per parlare delle tante prossime iniziative!

Grazie,

Sede LAV Modena